Televisione e bambini . Vi racconto cosa facciamo noi

La televisione è sempre stata una valida alleata a casa nostra ma poi da dicembre abbiamo deciso di toglierla .

Televisione e bambini non sono poi così tanto amici e così sia per noi che per Emma e Frenci è iniziato un nuovo stile di vita .

A casa nostra di norma la televisione si accedeva un’ora al giorno , spesso durante la preparazione della cena così io con calma mi mettevo in cucina e i bimbi guardavano la tv. Ogni volta che però si doveva spegnere i bimbi non lo accettavano diventavano agitati e irrequieti ed in più ogni volta che matte arrivava a casa (spesso per ora di cena e li trovava davanti alla tv ) loro a malapena lo salutavano .

A dicembre matte è andato ad un corso per genitori della durata di 3 giorni (Genitori oggi , Ekis) un corso che ci ha stravolto la nostra visione . Abbiamo capito quanto sia malleabile il cervello dei nostri bambini e quanto in questo periodo di crescita sia necessario favorire la fantasia e la creatività sotto tutti i punti di vista . Quanto sia inoltre importante il rapporto fratello / sorella in termini di confronto . I nostri spesso stavano bene insieme solo davanti alla tv altrimenti era un continuo stuzzicarsi .

Così a piccole dosi abbiamo iniziato a togliere la televisione inventandoci che era rotta e che il tecnico della televisione non poteva venire . Così ogni giorno abbiamo inventato questa storia e ogni giorno si sono dovuti trovare a gestire il tempo che non ero lì con loro a fare altro .

Non nego che e’ stato difficile all’inizio . Preparare la cena con calma , magari chattando un po’ su whatsapp e ciozzando sui social dando respiro al cervello era una lontana utopia. Loro non facevano che chiedere la televisione e non facevano che chiedere la mia attenzione e più e più volte la cena si è bruciata , io ho urlato e forse i vicini hanno pensato di telefonate al telefono azzurro .

Diciamoci la verità è davvero comodo ogni tanto accenderla per il bene nostro e della nostra serenità psicologica . Li metti li davanti almeno riesci a fare qualcosa .

Ma a noi piace complicarci la vita !

Così ad oggi dopo quasi 5 mesi i bimbi non la cercano più , in casa e fuori casa giocano sempre e tanto insieme e non . Se le danno , si stuzzicano e si abbracciano . Si cercano e hanno voglia di fare cose insieme . Chiedono piuttosto di accendere la radio e di ballare o di accendere un audiolibro e di ascoltarlo insieme. La loro fantasia non lo so se è aumentata o no ma di certo adesso quando matte torna a casa loro gli corrono incontro con un abbraccio . E a cena si va tardi non perché dobbiamo placare gli animi dei bambini che sembrano iene ma semplicemente perché stanno giocando con il loro papà .

Ps dai nonni e quando sono malati la televisione si può guardare !!!

About

No Comments

Leave a Comment