La nostra esperienza con il reflusso gastro-esofageo

Vomito ! Vomito! Vomito !!!! Ecco non è proprio il massimo partire così a scrivere un articolo ma è proprio quello che mi ha fatto capire che Francesco soffriva di reflusso gastro-esofageo !!! Vi racconto la nostra esperienza !

Quando i bimbi sono piccoli e tettano ogni 3×2 è normale che un po’ di rigurgito ci sia come è normale magari un rigurgito un po’ più abbondante se di latte ne ha preso tanto !!! E anche i ruttini sono fondamentali con le classiche pacche sulla schiena aspettando che arrivino !!!!

Bene per noi non e andata così . Da vera ignorante con il primo figlio non è che ne sapessi un granché facevo quello che mi diceva la pediatra , mia mamma , mia suocera , mia nonna … ma avevo un bambino che non faceva rigurgiti normali i suoi erano proprio lanci di vomito !!! E i ruttini? Chiamiamoli così perché fa più fine, ma mio figlio sembrava uno scaricatore di porto e anche a distanza di ore dalla poppata !!! E poi non parliamo di quando lo mettevo sdraiato … apriti cielo !!! Non piangeva come un bambino normale lui sembrava davvero incavolato nero e voleva solo stare in braccio e dritto !!! Beh anche ascoltando tutti i consigli di tutte le donne di casa io non ci vedevo chiaro …e così abbiamo iniziato con la pediatra la trafila prima con Gastrotuss poi di Ranidil e Maalox!!!

E le notti ???? Tutte semiseduta con Frenci dritto su di me… non è stata proprio una passeggiata insomma !!!

Quindi se anche tu hai qualche dubbio ti posso dire che i segni principali sono questi :

– rigurgiti ad ogni poppata anche a distanza di tempo

– rigurgiti abbondanti (vomito )

– ruttini anche lontano dai pasti

-intolleranza alla posizione sdraiata (il mio stava bene nell’ovetto semiseduto- o in braccio dritto )

-con la lingua si bagnano le labbra o comunque si vede che la tirano spesso fuori

Se noti questi sintomi parlane con la pediatra . La mamma se nota qualcosa di strano va ascoltata e non pensare “oddio è il mio latte che è troppo pesante !  Il problema sono io “!! ASSOLUTAMENTE NO!!! Il tuo latte e perfetto per il tuo bambino è solo una questione di immaturità del cardias, che è poco tonico , oppure è dovuto ad un difetto della motilità dell’esofago o ad un ritardo di svuotamento dello stomaco. E’ quindi un aspetto fisiopatologico non c’entri tu.

Di solito il reflusso passa da solo con l’inizio delle pappe (la consistenza solida fa diminuire i rigurgiti) oppure con l’inizio del cammino (la posizione verticale e il muoversi facilita la digestione ), ma se come nel nostro caso questo non fosse sufficiente è molto importante affidarsi ad un pediatra che ti indichi le giuste strategie rispetto ai farmaci e alla dieta.

La dieta per Frenci è stato un punto dolente , ovviamente insieme a lui l’abbiamo seguita tutti (Emma compresa) per facilitarlo a non volere cose che in realtà non poteva mangiare. Tra le cose che abbiamo dovuto eliminare c’era la cioccolata!!!!!!

Ormai Frenci con il reflusso sta un po meglio e ogni tanto la cioccolata la mangia adesso. Diciamo che è diventata la sua richiesta per ogni occasione. “Cosa vuoi Frenci per il compleanno?” “CIOCCOLATA!” . “Frenci cosa chiediamo a Babbo Natale?” “TANTA CIOCCOLATA!”  “Frenci sei stato bravo ti meriti un regalo cosa vuoi?” “CIOCCOLATO”.

Che dire???si accontenta di poco e adesso finalmente lo possiamo accontentare!!!!

Viva la cioccolata e abbasso il reflusso!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *