Girello sì o no?

Quante volte abbiamo sentito parlare del girello per bambini. E quante volte ci siamo sentiti dire : “usalo così cammina prima” oppure “non usarlo se no non impara a camminare”. Beh ecco cosa ho fatto io come mamma e come fisioterapista.

Intanto quando parlo di girello intendo questo:

E’ un sistema di postura dinamico , dotato di 4 ruote dove inserire il piccolo e permettergli di muoversi in libertà.  Viene utilizzato quando il bambino ha già un buon controllo del capo e del tronco quindi intorno ai 7-8 mesi. Ne esistono di diversi modelli in commercio a base allargata , base ristretta , regolabili in altezza, con diversi giochi davanti e non.

Vediamo insieme perchè NO:

  • pericoloso per lo sviluppo alterato del cammino fisiologico poichè incentiva il cammino in punta
  • non aiuta il bambino nella corretta percezione del proprio corpo poichè non vedendo i piedi e non capendo cosa sta succedendo li sotto il bambino non instaura i corretti meccanismi neurologici dell’apprendimento motorio (equilibrio e coordinazione)
  • non permette di imparare a cadere e rialzarsi
  •  se lasciato per lungo tempo dannoso per la schiena

Per tutte queste ragioni io sono contraria perchè credo fermamente nell’approccio motorio libero, soprattutto nel primo anno di vita, dove il bambino deve poter sperimentare sbagliando, cadendo e anche ogni tanto facendosi qualche sano bernoccolo. E’ solo così che maturerà dal punto di vista neurologico in termini di coordinazione ed equilibrio.

Detto ciò mia mamma un giorno decise di regalarmelo!!!!!!!!!!!!!!

Assolutamente contraria non l’ho mai usato con Francesco, ma con Emma vi rivelerò che sì l ho usato !!!!! Diciamo che almeno ho testato il perchè SI con le dovute precauzioni.

  • si solo per poco tempo (10 -15 minuti)
  • si se hai due o più bambini che vogliono venire in braccio e sei fuori all’aria aperta e hai bisogno di due minuti di aria per la testa e di un po di riposo alla schiena
  • si se ce l hai e vuoi vedere come funziona 🙂

Ecco questi sono i motivi per il quale io l’ho usato !

A parte gli scherzi ognuno è libero di fare quello che crede , quello che vorrei sottolineare è il tempo.Non tenete i vostri bimbi li sopra per troppo tempo e fate attenzioni che non ci siano pericoli nei dintorni (nè per terra , ne all’altezza della mani del bambino).

Diversamente è andata con i miei bimbi della neuropsichiatria infantile. Con alcuni di loro l’ho trovato molto comodo come esercizio terapeutico

  • per l’appoggio dei piedi e l’accettazione del carico (regolando l’altezza a mio piacimento),
  • per inibire certi schemi patologici
  • per incentivare il cammino potendo godere della sicurezza dello strumento.

Ovviamente come esercizio terapeutico fatto in palestra con tutti gli accorgimenti del caso in attesa di capire quale sistema di postura fosse migliore per il bambino.

 

Sono dell’idea che tutto quello che si ha si può usare se si usa un minimo di cautela e intelligenza e  che ogni cosa può creare una possibilità semplicemente da sfruttare.

About

No Comments

Leave a Comment